OSTRA:IL PASTICCIERE SIM(P)ONE

ostra, premiata forneria simoneEcco la risposta pronta e decisa al silenzio degli amministratori locali, del "fornaro incatenato" ai lampioni del municipio, che,vedendosi crollare le vendite di cresce,maritozzi,polacche,bomboloni,pastarelle, ciambelle e ciambellò dopo il lancio concorrenziale sul mercato delle energizzanti "Tette biscottate", s'imporrà di mettere da parte catene e manette (che aveva stranamente in casa), rimboccarsi le maniche, e partorirà una delle sue illuminanti genialità. E' così che nascerà la "SEXYTORTA" dell'antica, storica e premiata fornerìa della Riviera di Mezzogiorno. Una gustosa prelibatezza artigianale, (pregevole anche esteticamente), fatta con tutto l'amore e la manualità del proprietario, costituita da ingredienti ad alto tasso afrodisiaco che eleveranno oltremisura le prestazioni nelle alcove del ruspante maschio ostrense e darà nuova linfa alle vendite dell'ex-incatenato.
Solo attraverso l'amicizia che lega il succitato commerciante al profeta scrivente riusciremo (usando non a caso il majestatis) a farci anticipare un buon 40% dei componenti che compariranno in tale squisitezza:.... guaranà e ginko biloba di provenienza coreana,polline, selenio,propoli rossa,animelle di toro (dell'antica macelleria di Raniero), aglio di monny, polpa di granchio (fornita dalla locale Aspo), granella di zucchero (di canna), latte di nutrice (selezionata rigorosamente tra le quinte misure), e tanti altri ingredienti che l'artista pasticciere manterrà top secret ma che gli varranno l'ambìto premio "fornaio italiano dell'anno".

4 commenti:

  1. A quanto la vendi?

    RispondiElimina
  2. Lodevole la campagna OSTRA PULITA, Te ne vorrei suggerire un'altra sullo stesso argomento contro i cosiddetti "amanti degli animali" ( sopratutto dei cani) che fanno i fighetti portando a spasso cani di razza (e non) per fargli fare i bisogni e che non raccolgono le loro deiezioni non rispettando gli altri cittadini costretti a slalom speciali per evitare di pestarci sopra. Che ne pensi ? Hai in previsione qualche rimedio?
    Niente contro i cani che sono incolpevoli

    RispondiElimina
  3. Preso atto della giustificatezza della richiesta è stato messo apposito simbolo per promuovere tale sensibilizzazione.
    Aggiungerei l'invito ad una maggior accortezza,oltre che da parte dei succitati "fighetti" anche dall'organo di polizia municipale locale affinchè la capitale della Valmisa non trasformi la sua bandiera da arancione a marrone a causa del "manto" escrementizio di cani e piccioni.

    RispondiElimina
  4. Hola....nostradamus.....vedo che il fornaro rimane indifferente a quanto pre-veduto, voci del pueblo dicono che per i tre giorni in cui è stato legato al palo delle luce per protesta, avrebbe voluto una difesa più energica da parte delle clienti più assidue e si aspetta che esse gridassero al popolo ostrense che il suo prodotto dieto-energetico è ricco di fibre e carboidrati riempe di benessere sia il corpo che lo spirito e non continuare a sussurragli all'orecchio "non me lo dare duro che mio marito non vuole"......ma sempre voci del pueblo mi dicono che è rimasto indifferente perchè per quella data lui si vede in una isoletta....caraibica....lontano da maritozzi, ciambelle e ciambellò.....

    RispondiElimina

 
Clicky Web Analytics