L'OSTRANO: TREDICESIMA LEZIONE

OSTRA-OSTRANO ANTICO-lezione 13 "Verbum de verbo"
(Parola per parola)
-Terenzio-
Raggiungiamo quota tredici con le lezioni di ostrano antico
attraverso il presente indicativo del verbo
"Raccogliere" (seconda coniugazione):

Io-->arcojo
Te-->arcoji
Lu/Lia-->arcoje
No(i)altri(a)-->arcojemo
Vo(i)altri(a)-->arcojede
Loro(a)-->arcòjene


Dizionarietto e modi di dire:
Presciolino-->Precipitoso
Fiocca-->Chioccia
Maghetto-->Frattaglie/Interiora
Cuguruzzo (o curuguzzo)-->Le due estremità del filone di pane
Commedo-->Comodo
S'accomèdi-->Si accomodi
Sembola-->Semola
Pastarelle-->Biscotti
Pasticcetto-->Pasticcino
Presciutto-->Prosciutto
Arcomedare-->Aggiustare
Sciacquarolo-->Lavandino
Adè i passeri pòrtane a be (beccà) 'lloca-->(Metaforico) Adesso gli ignoranti ne vogliono sapere più dei dotti
Lallesso-->Bollito
Nomme 'lsarìa mai creso-->Non avrei mai creduto
Sciamplegado-->Riferimento bonario ad uno "status" mentale scoordinato
Sci pertantè-->Nel caso che..
Posci morìrabbìdo--->Che tu possa morire di rabbia
Papòle-->Papaveri
Le lezioni di ostrano antico sono segnalate su "VivereSenigallia"

1 commento:

  1. bello...

    nomme 'lsarìa mai creso .....
    il resto lo sai!

    RispondiElimina

 
Clicky Web Analytics