OSTRA: UNA ROTONDA SUL (LARGO) MAR(INA)

"Estore ergo prudentes sicut serpentes"

-->Alla fine degli anni '60, contro il logorìo della vita moderna del capoluogo ambrosiano, il buon Ernesto Calindri, imperturbabilmente isolato, siedeva al tavolo di un bar, nel bel mezzo del caos automobilistico cittadino delle 8, sorseggiando quella che era una specie di panacèa antistress dal vago retrogusto amaro di carciofo e dal potere talismanico anti-impatto.

-->A metà del 2008, per favorire il logorio della vita ultramoderna della capitale bodiese, il buon cittadino ostrense, sceglie (cagandosi addosso), di fare benzina al distributore-spartitraffico di Largo Marina, nel bel mezzo del caos automobilistico delle 18, inalando solo i vapori (stante il costo) del prezioso oro turchino, in un crescendo continuo di "madonne" dal netto retrogusto di cazzi amari e dal potere catalizzatore pro-chioppo.

6 commenti:

  1. kamikaze ostrense delle 17:153 luglio 2008 16:48

    Vero. Tutto vero. Tra il serio e il faceto le verità vengono a galla.

    RispondiElimina
  2. Quell' aborto in quel crocevia messo lì 50anni fa c'aveva senso. Adè è un pericolosissimo controsenso. Ma i capiscioni c'hanno da fa il villaggio olimpionico al pianello..ahhahaha fate ride al cazzo amministratori ostrensi!!
    bravi keavete scritto sto articolo.

    RispondiElimina
  3. Scrivete qualcosa anche sui dislivelli a rischio della strada della Fiera xchè già qualcuno c'ha lasciato qualche penna.

    RispondiElimina
  4. 3 macchine in fila e invadi lo stop, gonfi le gomme e ti giochi il "retrotreno".

    RispondiElimina
  5. Che liscio quella 500!!!!

    RispondiElimina
  6. è na figata il primo pezzo della playlist. lasciatelo.

    RispondiElimina

 
Clicky Web Analytics